Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type
Close

Domande frequenti (FAQ)

Analizzatori e timer di interruttori automatici

È possibile misurare i tempi su un interruttore GIS con dispositivo CAT?

Sì, è possibile. Gli interruttori di terra di manutenzione delle sottostazioni GIS sono quasi sempre dotati di un supporto isolante o di un passante isolante per il collegamento a terra, che viene utilizzato anche come punto di accesso per i terminali dei contatti principali dell’interruttore.

Uno shunt staccabile deve essere rimosso da un lato di un interruttore automatico GIS per fornire la separazione dei punti di accesso ai terminali di contatto principali dell’interruttore dall’armadio GIS messo a terra, per rimuovere il circuito parallelo (con il circuito principale) attraverso la messa a terra e l’armadio GIS.

Ulteriori informazioni sono disponibili nella nota applicativa GIS Circuit Breaker Timing Measurement.

I dispositivi CAT possono essere utilizzati per registrare la forma d'onda della corrente del motore?

Se fosse necessario registrare una forma d’onda della corrente del motore di carica a molla di un meccanismo di azionamento dell’interruttore, sarebbe necessario utilizzare uno dei dispositivi CAT che includono i canali analogici. Inoltre, questa misurazione richiede l’utilizzo dell’accessorio pinza amperometrica.

Ulteriori informazioni sono disponibili nella nota applicativa Recording Spring-Charging Motor Current Waveform / Registrazione della forma d’onda della corrente del motore di carica a molla.

Come ottenere i risultati del movimento in mm se viene misurato con un trasduttore rotativo?

Le misurazioni del movimento dal trasduttore rotante (espresse in gradi) possono essere convertite in un movimento di contatto lineare (espresso in mm) utilizzando uno dei due metodi di conversione disponibili nel software DV-Win, la funzione di trasferimento lineare o non lineare.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili nelle note applicative Use of the Transfer Function for Rotary to Linear Motion / Utilizzo della funzione di trasferimento per la conversione da movimento rotatorio a lineare e Using Non-linear Transfer Function for Rotary to Linear Motion Conversion / Utilizzo della funzione di trasferimento non lineare per la conversione da movimento rotatorio a lineare.

È possibile eseguire la misurazione della resistenza dinamica (DRM) senza utilizzare un trasduttore?

Sì, il test DRM può essere eseguito senza utilizzare un trasduttore di movimento. La forma d’onda della caduta di tensione di contatto (resistenza) è l’informazione più importante ottenuta nel test DRM. Può essere ottenuto utilizzando un dispositivo CAT con micro ohmmetro incorporato, cavi correnti, cavi di rilevamento della tensione e cavi di controllo della bobina. L’utilizzo di un trasduttore per le misurazioni del movimento durante il test DRM non è obbligatorio, ma fornisce una misurazione di parametri aggiuntivi come la distanza di contatto ad arco (distanza di sovrapposizione).

Non riesco a trovare risultati per il tempo di rimbalzo. Può essere misurato con dispositivi CAT?

Sì, può essere misurato, ma è necessario utilizzare il software DV-Win per controllare il dispositivo CAT durante la misurazione del tempo. Questi parametri vengono visualizzati nella finestra del software DV-Win per la visualizzazione dei risultati.

Come ottenere risultati con il confronto pass/fail dei parametri misurati rispetto ai valori limite che ho nel manuale del produttore?

Per confrontare i risultati del test con i valori limiti dichiarati in una specifica di fabbrica dell’interruttore, l’utente deve utilizzare l’opzione Test Plan nel set di applicazioni DV Win.

Ulteriori informazioni sono disponibili nelle note applicative  Test Plan Creation e Comparing CB Test Results with Factory Specified Limits.

È possibile creare report comuni per più risultati ottenuti con i dispositivi CAT?

Sì, è possibile. I report comuni possono essere creati dai risultati disponibili nel database (Database dei risultati all’interno dell’opzione Test Plan) o caricando più file dei risultati dei test singoli.

Ulteriori informazioni sono disponibili nei capitoli 8.1.1 e 11.4 di Manuale del software DV-Win.

Come posso scegliere il risultato che voglio visualizzare sugli strumenti portatili CAT?

Nel menu Analisi, un utente può cambiare i risultati premendo i tasti freccia SINISTRA/DESTRA.

Come posso registrare la corrente della bobina utilizzando lo strumento portatile CAT?

La corrente della bobina può essere registrata aumentando la durata del test (ad es. da 350 ms a 20 s). Prima di ciò, un utente dovrebbe scegliere una risoluzione di misura appropriata. Queste impostazioni sono disponibili nel menu Impostazioni test.

Strumenti per il test della batteria

Il test di capacità accelera l'invecchiamento e danneggia la batteria?

La risposta è no. Non è altro che un mito che il test di capacità/scarica riduca la durata della batteria e/o danneggi irreversibilmente la batteria. Le batterie sono progettate per essere scaricate completamente tra 100 e 1000 volte, quindi 1 test all’anno non influisce in modo significativo sulla durata della batteria.

Il test di capacità è possibile senza scollegare il carico dalla batteria?

Assolutamente si. A volte una batteria non deve essere scollegata dal carico che alimenta, ad esempio quando viene utilizzata come alimentazione di riserva negli ospedali o in alcune applicazioni industriali. Per misurare correttamente la capacità della batteria in questi casi, la corrente di carico deve essere misurata e presa in considerazione durante il processo di scarica.

La serie BLU di unità di scarica consente una misurazione accurata della capacità delle batterie sotto carico utilizzando una sonda di corrente esterna per misurare la corrente totale della batteria o la corrente di carico, secondo della modalità di test selezionata.

Come selezionare correttamente corrente e durata per il test di capacità?

Lo scopo del test di capacità è verificare se la stringa di batterie fosse ancora “in grado” di fornire gli Ahs richiesti e/o se fosse ancora conforme ai dati prestazionali forniti dal produttore. Il produttore della batteria di solito fornisce valori di capacità nominale per il test di scarica di 1 ora (C1), 5 ore (C5), 8 ore (C8), 10 ore (C10) ed eventualmente alcuni altri valori C.

Per seguire la tendenza all’invecchiamento, la corrente e la durata del test di capacità devono essere uguali a quelle del test di capacità precedente. È necessario prestare attenzione al fatto che una durata ridotta del test implica che la batteria può fornire meno Ah, a causa della maggiore perdita di energia sulla resistenza interna e della tensione di interruzione più rapida.

Ad esempio, se un produttore dichiara che la capacità C10 è di 300 Ah, la batteria dovrebbe essere in grado di fornire 30 A per 10 ore prima di raggiungere la tensione di interruzione. Tuttavia, il tentativo di estrarre 300 Ah dalla batteria entro 3 ore di test (che implica una corrente di 100 A) non avrebbe successo, poiché la batteria si scaricherà completamente molto prima che l’energia di 300 Ah venga scaricata.

Quanto è importante misurare regolarmente la tensione delle celle durante il test di capacità?

Non è possibile valutare correttamente le condizioni delle celle monitorando solo la tensione totale della stringa della batteria. L’incapacità della stringa di batterie di fornire Ah nominale è solitamente una conseguenza di alcune celle difettose nella stringa, che dovrebbero essere rilevate e sostituite. La misurazione regolare della tensione delle celle (almeno ogni 60 minuti durante il test di scarica) individuerà le celle deboli nella stringa, quelle con una tensione significativamente inferiore rispetto alle altre celle nella stringa.

Misuratori di resistenza dell’avvolgimento del trasformatore e analizzatori di commutatore sotto carico

Misuratori di resistenza dell'avvolgimento del trasformatore e analizzatori di commutatore sotto carico

I dispositivi della serie RMO-T sono strumenti monofase con tre canali di misura, in grado di misurare contemporaneamente un avvolgimento primario, uno secondario e uno terziario collegati in serie. Gli strumenti TWA sono veri ohmmetri con avvolgimento trifase, in grado di collegarsi una volta a sei avvolgimenti del trasformatore e di eseguire un test trifase.

Qual è la corrente di prova consigliata per il test di resistenza dell'avvolgimento?

La corrente di prova del trasformatore può raggiungere uno stato stabile più velocemente quando l’intensità della corrente è maggiore. Il valore dell’induttanza di un trasformatore dipende dalla corrente iniettata negli avvolgimenti. Quando il trasformatore è saturo, l’induttanza è ridotta al minimo. I trasformatori di potenza sono normalmente progettati per raggiungere la saturazione quando la corrente è 1,2 volte il valore di picco della corrente a vuoto. La corrente a vuoto è normalmente compresa tra lo 0,2 e il 5 percento della corrente nominale dell’avvolgimento.

Quando si misura la resistenza DC, la corrente di prova deve essere almeno 1,2 volte la corrente a vuoto del trasformatore. Questo garantisce che il nucleo del trasformatore sia saturo per ottenere risultati più accurati. Si noti inoltre che la corrente di prova NON deve superare ca. 10-15 percento della corrente di avvolgimento nominale.

Dove si collegano le pinze amperometriche e a che cosa servono?

Le pinze amperometriche sono collegate a una delle connessioni di alimentazione del motore del commutatore sotto carico e vengono utilizzate per misurare la corrente alternata utilizzata dal motore del commutatore durante il suo funzionamento. Il grafico della corrente viene visualizzato insieme al grafico DVtest se quel test è stato selezionato nel software. Ciò consente il rilevamento di vari problemi del motore e del commutatore di presa meccanico poiché le ostruzioni nel funzionamento del meccanismo si tradurranno in un’ampiezza maggiore della corrente del motore.

Cosa succede se viene rilevato un circuito aperto durante il funzionamento del commutatore di presa?

Se una condizione di circuito aperto dura più di 200 ms, sullo schermo dello strumento verrà visualizzato il messaggio di errore DISCONTINUITÀ. Anche i circuiti aperti più corti saranno facilmente rilevati sul grafico DVtest e si consiglia di eseguire questo test per un’analisi dettagliata del commutatore di presa.

Quale corrente di smagnetizzazione iniziale deve essere selezionata?

Se la smagnetizzazione viene eseguita dopo un test con corrente DC, si consiglia di utilizzare la stessa corrente utilizzata per il test con corrente DC. Se il test DC non è stato eseguito, la corrente di smagnetizzazione iniziale dovrebbe essere la corrente più alta disponibile, inferiore al 10% della corrente nominale dell’avvolgimento.

Quanto tempo ci vuole per eseguire un test di resistenza degli avvolgimenti su un trasformatore di potenza?

Dipende dal valore MVA del trasformatore, dalla corrente di prova selezionata, dal numero di avvolgimenti testati e dal numero di posizioni di presa testate. Generalmente, il tempo di stabilizzazione del risultato sarà più lungo in caso di rapporto L/R elevato, che è particolarmente significativo quando si testano gli avvolgimenti di bassa tensione dei trasformatori di potenza con diverse centinaia di MVA di potenza nominale. Una corrente di prova più elevata consentirà una stabilizzazione più rapida dei risultati. Se gli avvolgimenti HV e LV sulla stessa gamba del trasformatore sono collegati in serie, con il flusso magnetico prodotto dalla corrente DC che scorre nella stessa direzione, è possibile ottenere un altro significativo miglioramento del tempo di stabilizzazione. Finalmente, il tempo totale di prova su un trasformatore trifase può essere ridotto utilizzando uno strumento trifase, che riduce il numero totale di connessioni e disconnessioni dei puntali ai terminali del trasformatore e migliora la sicurezza dell’operatore.

Tester del rapporto di trasformazione del trasformatore

Qual è il vantaggio di tensioni di prova più elevate?

Una tensione di prova più elevata fornisce una migliore precisione del rapporto di rotazione, specialmente su trasformatori più grandi. L’utilizzo di una tensione di prova più elevata sposterà il punto operativo del trasformatore più vicino alla parte lineare della curva di saturazione B-H. Se il punto di funzionamento è al di sotto della parte lineare, la tensione indotta sul lato LV del trasformatore è inferiore e il rapporto di rotazione misurato sarà quindi più alto, portando a una deviazione del rapporto di rotazione più elevata.

Qual è l'applicazione del test del rapporto di rotazione trifase simultaneo?

Il test del rapporto di spire trifase simultaneo viene eseguito utilizzando la vera tensione di prova trifase ed è più adatto per testare trasformatori con configurazioni speciali, come lo spostamento di fase, forno ad arco, ecc. dove non è possibile o conveniente eseguire il test del rapporto di rotazione utilizzando la tensione di prova monofase. Tuttavia, il test trifase simultaneo può essere eseguito anche su trasformatori con configurazioni standard, come delta/star, star/delta, star/star, ecc. soprattutto se le correnti di eccitazione ottenute quando viene applicata la vera tensione di prova trifase sono interessanti. Tuttavia, per questi trasformatori, i risultati delle prove del rapporto di rotazione trifase sequenziali dovrebbero essere presi come risultati di riferimento nel caso in cui vi siano differenze significative tra risultati del rapporto di rotazione trifase sequenziali e simultanei.

Posso confrontare le correnti di eccitazione ottenute con diverse tensioni di prova?

No, non è possibile confrontare direttamente le correnti di eccitazione in questo modo. La corrente di eccitazione dipende dalla tensione di prova – maggiore è la tensione che usi, maggiore sarà la corrente di eccitazione. Tuttavia, il modello di correnti di eccitazione, che di solito è H-L-H (alto-basso-alto), rimarrà lo stesso indipendentemente dalla tensione di prova utilizzata.

Posso confrontare le correnti di eccitazione ottenute in test sequenziale e simultaneo trifase?

No, queste correnti non possono essere direttamente confrontate, poiché sono ottenute in condizioni di prova diverse. Anche il modello di correnti di eccitazione può essere diverso per alcuni gruppi vettoriali, specialmente per i trasformatori con lato HV collegato a delta.